Partito su lotta contro alcolismo

Gli EFFETTI dell'ALCOL sul CERVELLO

Khanty-Mansiysk cura anonima di alcolismo

Il Prof. Premesse basilari del metodo sono: la teoria generale dei sistemi da un lato Von Bertalannfy e le comunità terapeutiche M. Jones ed ancor più i gruppi partito su lotta contro alcolismo terapeutici J.

Ridefinire in termini di disagio spirituale i problemi alcol correlati e complessi ha permesso di recuperare un concetto, quello di ecologia individuale, familiare e sociale, che permette una piena e definitiva identità del Club con la collettività di appartenenza, da sempre ricercato in questo tipo di approccio. Nascita dei Club degli alcolisti in trattamento in Croazia Esperienze di Hudolin nel lavoro con i problemi alcolcorrelati prima della nascita dei Club degli alcolisti in trattamento in Croazia Vladimir Hudolin I metodi per la lotta contro i problemi alcolcorrelati hanno accompagnato il progresso tecnologico e sociale e ad esso si sono dovuti adattare.

Le abitudini e i riti a cui è legato il bere rendono questo problema parte integrante della nostra cultura. Al progetto collaborano anche alcuni medici.

La maggior parte degli articoli fu pubblicata su riviste di carattere sociale, culturale e popolare. E solo una parte partito su lotta contro alcolismo esigua di questi si poteva leggere su riviste di medicina. Temi ricorrenti erano pure la legislazione e la prescrizione, il ruolo dei medici, degli insegnanti e della polizia. I pazienti vengono curati negli ospedali psichiatrici e nei reparti di psichiatria, nonché nei reparti per la cura dei disturbi organici, dove essi comunque sarebbero stati curati anche se non si fosse trattato di alcolismo.

La guerra porta a un peggioramento della situazione nel campo dei problemi alcolcorrelati. La dottrina della pace e la lotta contro la guerra dovrebbero far parte di tutti i programmi di tutela e di sviluppo della salute.

Hudolin, N. Contemporaneamente cresce la mole di testi di medicina specializzata che illustrano sempre di più i metodi di cura e di lotta ai problemi alcolcorrelati. I medici generici svolgono un ruolo importante in questo campo. Entrambe le organizzazioni sono attive ancora oggi, e attribuiscono grande importanza ai problemi alcolcorrelati.

In quel periodo la cura degli alcolisti era demandata alle istituzioni psichiatriche, per lo più a fronte della gravità dei disturbi psichici dei pazienti, o ai reparti di medicina interna, per via delle loro serie condizioni di salute. Hudolin riteneva tutto questo insoddisfacente, ed era naturale che cercasse un sistema di trattamento più appropriato.

Esperienze in Italia V. In questo periodo aumentano partito su lotta contro alcolismo consumi pro capite di alcol ed i ricoveri in manicomio per psicosi alcolica. Nella cultura contadina si usava pagare il lavoro dei braccianti con una porzione giornaliera di vino.

Da partito su lotta contro alcolismo pratica alcuni sociologi hanno tratto il radicamento culturale e popolare del consumo di bevande alcoliche. In realtà questa pratica ha rappresentato una delle forme di sfruttamento del lavoro da parte dei proprietari terrieri. Il vede la costituzione della prima Lega partito su lotta contro alcolismo Temperanza a Lucca, fondata dal padre evangelico valdese Giovanni Rochat, che nello stesso anno promuoverà a Firenze la Lega Italiana Anti-Alcolica.

Corlito Nel Vladimir Hudolin fonda il primo Club degli alcolisti in trattamento in Italia nella casa della famiglia Pitacco, a Trieste. Gallimberti e le Gastroenterologie, di Arezzo diretta da D. Angioli e di Firenze diretta da A. Volterra, in collaborazione con i servizi psichiatrici provinciali e della Divisione di Gastroenterologia della stessa città. Tutte queste esperienze confluiranno nella fondazione della Società Italiana di Alcologia, avvenuta nelanche se al suo interno le esperienze orientate in senso clinico tradizionale rimarranno egemoniche, e quelle legate ai Club più orientate in senso critico e minoritarie, anche se apertamente riconosciute come prevalenti.

Basaglia a cura di. Basaglia, A. Pirella, D. Allamani, F. Cipriani, D. Alcologia in Italia. Una prospettiva epidemiologica. Supplemento alla Rivista Alcologia Vol. Partito su lotta contro alcolismo, P. Fouquet, G. Vanchonfrance, Alcologia, Masson, Milano trad. Morettini A. Allamani A. Dice testualmente A. Sembra un indiretto riconoscimento della diffusione e della scientificità del metodo centrato sui Club. Lo sviluppo del sistema dei Club degli alcolisti in trattamento dal I primi Club e la loro diffusione in Croazia e nella ex Jugoslavia Vi.

Lavorava nella comunità terapeutica diretta da Maxwell Jones nel Belmont Hospital e nei piccoli gruppi psicoterapici di Joshua Bierer, nonché in grandi partito su lotta contro alcolismo psichiatrici a Partito su lotta contro alcolismo, Leeds, Inverness, Edimburgo, Aberdeen ecc. In molte istituzioni psichiatriche ancor oggi si riscontra la medesima situazione. Gli alcolisti venivano accolti, avveniva il recupero, sospendevano il loro bere, venivano dimessi e, dopo un breve periodo tornavano in cura.

Fu anche istituito il Registro nazionale degli alcolisti ospedalizzati in Croazia del quale si parla nel capitolo sulla ricerca. Il Reparto per le altre sostanze psicoattive altre droghe fu inaugurato nel Ben presto si diffusero in altre zone della città; in tutta la Croazia e in altre partito su lotta contro alcolismo della Jugoslavia.

Nella comunità locale dove il Club è attivo, i membri possono ricevere e dare di più in termini di prevenzione primaria, econdaria e terziaria dei problemi alcolcorrelati. Il Club degli alcolisti in trattamento è una comunità multifamigliare inserita nella comunità locale; è autogestito e autonomo, indipendente nei confronti di qualsiasi partito su lotta contro alcolismo pubblica o provata. In seno al reparto di Neuropsichiatria, che ospitava in origine il Reparto di Alcologia, esistevano forti resistenze rispetto a quelle strutture di recente istituzione, resistenze presenti a tutti i livelli.

Non accettavano di lavorare in abito civile, senza il camice partito su lotta contro alcolismo, né accettavano di discutere paritariamente con i pazienti, con le infermiere, con le inservienti. Le norme ospedaliere prevedevano infatti giornate e orari precisi in cui era concessa la visita ai pazienti. Ora, invece, il reparto in questione era aperto e le famiglie potevano venirci a qualsiasi ora di qualsiasi giorno. Nelin seno al Reparto, fu istituito un CAT sperimentale il cui obiettivo era fornire strumenti agli utenti del reparto stesso e del day hospital per aprire analoghi Club al di fuori della struttura ospedaliera.

Il suo primo presidente fu Zdenko Bakale. Nel corso dei suoi primi due anni di attività, il Reparto di Alcologia era meta sempre più frequente di gente che proveniva dalle altre repubbliche jugoslave, e in particolar modo dalla Bosnia e Erzegovina.

Sorse pertanto la necessità di istituire dei CAT anche in questa repubblica, e giro di tre anni ne furono fondati tre. Oltre allo svolgimento delle riunioni dei CAT nelle singole repubbliche, fu organizzato il primo congresso delle relative Associazioni della Croazia, della Bosnia e Erzegovina e della regione autonoma della Vojvodina.

Il convegno si svolse nella cittadina di Karlovac nei pressi di Zagabriapartito su lotta contro alcolismo il patrocinio del sindaco Josip Boljkovac. I congressi si tenevano volta per volta in una diversa repubblica. Il secondo di essi si tenne a Sarajevo. Nel corso degli anni le iniziali resistenze nei confronti di questa attività scemarono gradualmente anche nelle strutture pubbliche, tanto che alle più importanti riunioni dei CAT erano ormai presenti anche i responsabili delle istituzioni sociali, partito su lotta contro alcolismo ecc.

Il fenomeno aveva proporzioni tali da rendere indispensabile il trattamento nei CAT, e la Ferriera decise di includere nel proprio piano finanziario anche il trattamento degli alcolisti. Più tardi i CAT vennero istituiti anche in altre imprese. Nel in Croazia erano attivi centotrenta CAT, nel trecentonovantotto, nel circa settecento e alla vigilia della Guerra patriottica un migliaio.

Oggi queste comunità sono state riorganizzate. I CAT avevano avviato collaborazioni con molte organizzazioni internazionali che si occupavano dei problemi legati al consumo delle bevande alcoliche. Una grande collaborazione si è svolta con i Club del Portogallo, e dal Hudolin è stato suo membro onorario.

Inoltre instaurarono una proficua e lunga collaborazione con il padre della psichiatria sociale, Joshua Bierer, che a Londra aveva istituito day hospital e Club sociali per pazienti sofferenti di disturbi psichici. Purtroppo il processo di diffusione dei servizi extraospedalieri è stato bruscamente interrotto partito su lotta contro alcolismo guerra in Croazia, una guerra che fino a ieri ha dato una drammatica impronta alla realtà quotidiana perché ha prodotto sconvolgimenti socio-demografici che hanno avuto serie ripercussioni sul comportamento dei singoli, sulla struttura famigliare e sulla società nel suo complesso.

La nascita del primo Club in Italia G. Pitacco Nel corso del mese di novembre ebbi la fortuna ed il pregio di conoscere a Zagabria il prof. Era il pomeriggio del 24 Novembre e fummo ricevuti da Hudolin. Fatte le presentazioni, mia moglie ed io cominciammo partito su lotta contro alcolismo esporre i motivi per i quali avevamo chiesto tale incontro. Effettivamente, malgrado tutto, posso affermare di non essere mai stato ubriaco nel senso stretto della parola.

Dopo un attimo di sbigottimento da parte mia e di mia moglie, chiedemmo a Hudolin un consiglio per la soluzione al mio problema, ed egli propose il partito su lotta contro alcolismo ricovero nella sua clinica a partire dal giorno seguente.

Il colloquio era finito; io e mia moglie eravamo frastornati ma nello stesso tempo quasi sereni pensando al fatto di conoscere finalmente il problema che da tempo stava influenzando la nostra vita. Si trattava ora di affrontare nel migliore dei modi questo nuovo capitolo della nostra vita. Il primo impatto non fu certo dei migliori.

Fui accolto quindi, e sbrigate le pratiche di accoglimento salutai mia moglie ed iniziai la mia vita di alcolista in trattamento. Non fu tutto facile: un nuovo ambiente, un nuovo modo di partito su lotta contro alcolismo, la difficoltà nel non conoscere la lingua croata, nuove conoscenze, la mancanza di tante abitudini, il fatto di intraprendere una nuova esperienza. La giornata passava attraverso lezioni tenute dai docenti, dalle assistenti sociali; nel mio caso la preferita era la signora Slavica Jauk, assistente sociale aiuto del Professore, con la quale riuscivo a dialogare in italiano.

Momento fondamentale era poi la visita ai Club esterni, situati nella città di Zagabria. Il partito su lotta contro alcolismo 23 Gennaio è sicuramente da ricordare. E qui intervenne Hudolin: potevo essere dimesso a condizioni di frequentare un Club degli alcolisti in trattamento. Non saprei veramente come descrivere tutti i progressi e i risultati raggiunti da quel momento.

Basti pensare che ad oggi ci sono circa Club presenti in tutto il territorio nazionale. Un dolore che al contrario di essere accentuato per il gran numero di persone che ha colpito, partito su lotta contro alcolismo ancora più grande se si pensa come un uomo solo tanto abbia potuto fare per tante persone. Gottardis Da quando venne fondato a Trieste il primo Club degli alcolisti in trattamento nelè stato partito su lotta contro alcolismo un lungo cammino.

Un cammino costellato di difficoltà, ma anche pieno di gioia e soddisfazione nel vedere come si evolvevano i Club grazie al processo di cambiamento. Per quanto i Club abbiano mantenuto le loro caratteristiche peculiari, molto è cambiato nel loro modo di lavorare sia al loro interno, sia sul territorio di cui sono un partito su lotta contro alcolismo importante nella rete socio-sanitaria. Il cambiamento che ha accompagnato la storia dei Club è indissolubilmente legato ai cambiamenti della società di cui sono parte integrante.

Lo sviluppo dei Club, sia per quanto riguarda il numero sia la qualità del loro lavoro, non ha potuto non influire sulla comunità di appartenenza. Essendo questo sviluppo finalizzato soprattutto al conseguimento di una migliore qualità della vita, ad una reciproca comprensione ed accettazione degli altri, è conseguente il fatto che le ripercussioni sulla comunità non possono essere altro che positive.